RITENGO CHE SIA DOVERE DI CHIUNQUE E A MAGGIOR RAGIONE DI NOI ITALIANI, FARE DI TUTTO PER PROMUOVERE, SALVAGUARDARE E DIVULGARE L'ARTE IN TUTTE LE SUE ESPRESSIONI.
UNA SOCIETA' DISTRATTA SUI FATTI DELL'ARTE E' UNA SOCIETA' VOTATA ALL'IMPOVERIMENTO... E NOI, DA QUESTO PUNTO DI VISTA, LO SIAMO GIA' ABBASTANZA!






Vota questo blog

Siti

giovedì 31 dicembre 2015

Si sta spegnendo questo 2015. Si sta svegliando il 2016



Si sta spegnendo questo 2015. Si sta svegliando il 2016...

Come sempre arriva il momento di tirare un po' di somme e stilare l'elenco dei soliti falsi ed ipocriti "buoni propositi"...

Ma andiamo per gradi... 

E' stato l'anno dell'Expo, della Biennale silenziosa e della grande "La grande madre" (la mostra allestita a Palazzo Reale a Milano, curata da Gioni e che ritengo la mostra più bella che abbia visitato in questi ultimi 12 mesi). Degli atti scellerati per mano di finti adulatori di Anti-Divinità e della "ripresa" (per lo meno cosi ci dicono). 
L'anno dello "Spazio tinto di Tricolore" e delle perdite importanti (penso fra tutti ad Alberto Agazzani). Del centanario di Burri e Salvatore Fiume (il primo ahimè, troppo poco celebrato in Italia), dei grandi truffatori, dei politici deludenti e dei record d'asta. L'anno del grande caldo e del troppo smog, delle buone letture (sono uciti tanti libri interessantissimi) e della musica mediocre (poche le novità). 
Dodici mesi trascorsi in breve tempo ad una velocità quasi futurista.

Personalmente devo dire che è stato un anno ancora una volta difficile ma ricco di soddisfazioni. 
Tante attivtà, molti impegni e, come è giusto che sia, qualche inciampo.

In campo lavorativo molte le cose che mi hanno dato risultati positivi: dagli eventi di Casa d'Arte San Lorenzo che, in questo 2015 celebrava i suoi venti anni di attività e che hanno veramente toccato vertici difficilmente replicabili (ma non è detto..), alle mostre organizzate in vari spazi pubblici con consensi sperati ma non certo dovuti, al di sopra delle aspettative.
In questo 2015 sono molte le collaborazioni nate e altrettante quelle che si sono consolidate e che contribuiranno a produrre un futuro più attento e di livello sempre più elevato. Ne sono convinto. Qualcuna si è persa, pazienza.

Per quanto riguarda le attività svolte dal C.R.A. sono semplicemente entusiasta, anche se le difficoltà economiche in cui versa l'associazione non ci permette di fare veramente tutto quello che vorremmo proporre. Ci impegneremo di più, nel cercare sostenitori...

Questo luogo, La Stanza Privata dell'Arte, arriverà a compiere 6 anni, incredibile! 
Nel 2016 si toccherà e, forse, supererà la soglia di 1'000'000 di visitatori. Grazie a tutti.

L'impegno nel sociale è sempre quello che mi lava la coscienza e quest'anno mi sono visto impegnato su più fronti, ma sono convinto di poter fare tanto altro. Vedremo il da farsi nel 2016...

Le soddisfazioni maggiori sono arrivate però all'interno dell'ambito familiare. Un figlio che si è fatto uomo, camminando in assoluta autonomia, lontano da casa, assumendosi (non sempre) le proprie responsabilità e dimostrando un impegno anche sopra le aspettative.

Superati i cinquant'anni bisogna iniziare a fare, in maniera consapevole, il conto alla rovescia... ed essere felici di farlo. Quindi, contento di esserci ancora...

I buoni propositi sono sempre gli stessi, quindi inutile elencarli. Producono solo sensi di colpa in quanto non vengono mai rispettati. 

Voglio ringraziare tutti per avere reso questo 2015 un buon anno, ma soprattutto voglio rivolgere un augurio a quelli che si ritengono "nemici", "avversari" o "competitor"... Auguri anche a voi e... tranquilli... c'è spazio e posto per tutti.





martedì 29 dicembre 2015

Le attività di Casa d'Arte San Lorenzo inverno 2015/16



Nel post di qualche settimana fa, "CASA D'ARTE SAN LORENZO: INVERNO SULLA NEVE O  AL MARE?", vi avevo anticipato sulle attività di promozione, divulgazione e commercializzazione di Casa d'Arte San Lorenzo.
In montagna nella sede storica di Madonna di Campiglio, all'interno del Relais Des Alpes ed in Kenya, a Watamu, al Garoda Beach Resort.

Ecco allora le prime immagini dei due allestimenti ed una News relativa all'opera di Domenico Di Genni... 

KENYA
Watamu - Garoda Beach Resort














 ITALIA
Madonna di Campiglio - Relais Des Alpes

 


















E sempre in Kenya, all'interno del KOBE Suite Resort di Watumu si è inaugurata la personale di Domenico Di Genni, EXOTICA, allestita fino al prossimo 10 gennaio...


lunedì 28 dicembre 2015

Ellsworth Kelly





Ellsworth Kelly

1923 - 2015

R.I.P.

STANZAKB7 Artisti di strada - di Benjamin Klach

Consiglio la lettura...
 
 

STANZAKB7 Artisti di strada - di Benjamin Klach

Copertina flessibile: 152 pagine

Editore: Aletti

Collana: Gli emersi narrativa

Lingua: Italiano

ISBN-10: 8859128633

ISBN-13: 978-8859128632

domenica 27 dicembre 2015

Per smaltire, mi cibo d'arte!



Cosa c'è di meglio da fare, per smaltire le abbuffate natalizie, se non regalarsi un pomeriggio immerso nell'arte? Nulla! 
Almeno per me...

La meta? la Fondazione Prada a Milano...

Assolutamente da vedere... 
La struttura, le collezioni permanenti e... 
fino al 10 gennaio, TRTTICO, con opere di Cattelan, Pivi e Damien Hirst e la mostra curata da Germano Celant di Gianni Piacentino

Fino al 14 febbraio la mostra RECTO VERSO
 
E dulcis in fundo fino a maggio AN INTRODUCTION, con opere dei più grandi protagonisti del secondo dopoguerra: dagli anni '60 al New Dada fino al Minimalismo americano...

con Lost Love (2000), di Damien Hirst


mercoledì 23 dicembre 2015

Dopo Koons arriva Ai Weiwei a Firenze...



Dopo Koons arriva Ai Weiwei a Firenze... nell'autunno 2016
Sembra vero, e siceramente lo spero anzi, me lo auguro, così come riporta il magazine ARTRIBUNE.
Nonstante il polverone sollevato dalla presenza dell'opera di Jeff Koons, in piazza della Signoria, la capitale del Rinascimento sta col tempo ritirando fuori quella sua vocazione naturale che possiede da sempre nei confronti dell'arte. 
Arte sempre stata contemporanea e fatta dai contemporanei! 
Come lo erano Michelangelo e C. nella loro epoca e come lo sono Ai Weiwei, Koons e la nostrana Paola Pivi (vedi http://lastanzaprivatadellarte.blogspot.it/2015/12/untitled-project-di-paola-pivi-palazzo.html), oggi!




leggi l'articolo su Artribune su

PEOPLE HAVE THE POWER

Molte Radio, piccole e grandi, hanno aderito alla catena radiofonica contro il terrorismo lanciata da L'Espresso.
E' stata scelta per questa iniziativa, PEOPLE HAVE THE POWER, la nota canzone di Patti Smith. Contro la paura, la violenza e per ricordare quanti, come Valeria Solesin, non ci sono più. 

Anche LA STANZA PRIVATA DELL'ARTE, pur non essendo una emittente radiofonica, aderisce a questa iniziativa... 

Alzate il volume!


domenica 20 dicembre 2015

Lettera di Albert Einstein alla figlia Lieserl



Lettera di Albert Einstein alla figlia Lieserl: 

la teoria dell’amore

Quando proposi la teoria della relatività, pochissimi mi capirono,
e anche quello che rivelerò a te ora, perché tu lo trasmetta all’umanità, 
si scontrerà con l’incomprensione e i pregiudizi del mondo.
Comunque ti chiedo che tu lo custodisca per tutto il tempo necessario, anni, decenni,
fino a quando la società sarà progredita abbastanza 
per accettare quel che ti spiego qui di seguito.
Vi è una forza estremamente potente per la quale
la scienza finora non ha trovato una spiegazione formale.
E’ una forza che comprende e gestisce tutte le altre,
ed è anche dietro qualsiasi fenomeno
che opera nell’universo e che non è stato ancora individuato da noi.
Questa forza universale è l’amore.
Quando gli scienziati erano alla ricerca di una teoria unificata dell’universo, 
dimenticarono la più invisibile e potente delle forze.
L’amore è luce, visto che illumina chi lo dà e chi lo riceve.
L’amore è gravità, perché fa in modo
che alcune persone si sentano attratte da altre.
L’amore è potenza, perché moltiplica
il meglio che è in noi, e permette che l’umanità
non si estingua nel suo cieco egoismo.
l’amore svela e rivela. per amore si vive e si muore.
Questa forza spiega il tutto e
dà un senso maiuscolo alla vita.
Questa è la variabile che abbiamo ignorato per troppo tempo,
forse perché l’amore ci fa paura,
visto che è l’unica energia dell’universo che l’uomo
non ha imparato a manovrare a suo piacimento.
Per dare visibilità all’amore, ho fatto una semplice
sostituzione nella mia più celebre equazione.
Se invece di e = mc2 accettiamo che l’energia per guarire il mondo
può essere ottenuta attraverso
l’amore moltiplicato per la velocità della luce al quadrato,
giungeremo alla conclusione che l’amore è
la forza più potente che esista, perché non ha limiti.
Dopo il fallimento dell’umanità nell’uso e il controllo
delle altre forze dell’universo,
che si sono rivolte contro di noi, è arrivato il momento
di nutrirci di un altro tipo di energia.
Se vogliamo che la nostra specie sopravviva,
se vogliamo trovare un significato alla vita,
se vogliamo salvare il mondo e ogni essere senziente che lo abita,
l’amore è l’unica e l’ultima risposta.
Forse non siamo ancora pronti per fabbricare una bomba d’amore,
un artefatto abbastanza potente da distruggere tutto l’odio,
l’egoismo e l’avidità che affliggono il pianeta.
Tuttavia, ogni individuo porta in sé un piccolo ma potente generatore d’amore la cui energia aspetta solo di essere rilasciata.
Quando impareremo a dare e ricevere questa energia universale, lieserl cara,
vedremo come l’amore vince tutto,
trascende tutto e può tutto, perché l’amore è la quintessenza della vita.
Sono profondamente dispiaciuto di non averti potuto esprimere
ciò che contiene il mio cuore,
che per tutta la mia vita ha battuto silenziosamente per te.
Forse è troppo tardi per chiedere scusa, ma siccome il tempo è relativo,
ho bisogno di dirti che ti amo e che grazie a te sono arrivato all’ultima risposta.

tuo padre Albert Einstein

sabato 19 dicembre 2015

"questa casa non è un albergo"

Anche Matteo Tenardi invitato in questa grande collettiva



"Questa casa non è un albergo"
A cura di Giuseppe Capparelli
Officine Miramare, 
Reggio Calabria

Di questa mostra che si svolge dentro un ex albergo- contenitore onnivoro, con la preziosa collaborazione di The format gallery di Milano,
si occupano le Officine Miramare e Techne Contemporary Art, per un periodo di novanta giorni in cui si scandiranno arrivi di nuovi artisti e si tratteranno temi relativi ai sistemi e aii modi e luoghi dell’arte. . Un modus che darà possibilità agli artisti invitati di scegliere quei costrutti che hanno a che fare con il mondo incastonato tra le pareti di una casa con due portoni d’ingresso; uno che dà sul tempo e l’altro nello spazio condiviso; e un modo per i visitatori e i curiosi di indagarne dinamiche e relazioni.

Scrive Giuseppe Capparelli: Un contenitore di contenitori in cui ogni artista esporrà se stesso, la propria domus, endo o esocentrica, la sua costruzione o il suo disfacimento. Il vessillo della vittoria sarà issato sulla cima delle sue macerie oppure sul suo vertice ben edificato?
Ma a noi rispondere non interessa. Saremo contemporaneamente clienti e concierge, posti con cura fra le sale, accatastati come valigie nella hall, trasportati da un piano all’altro; vividi voyeur dello shock temporale di cui siamo protagonisti.
Però in fondo questo albergo non è una casa; esistono delle regole superiori, dei rigori da cui è inutile prescindere. Ora le possibilità risolutive, che si pongono davanti a noi, sono la condivisione, la fuga o l’indifferenza. Come dire: basta saper decidere quale strada scegliere.
E la scelta è pur sempre un’opportunità da non sottovalutare. Potrà tutto rimanere come sempre, con la sua poetica di decadenza postromantica, oppure tutto potrà essere stravolto e rivolto verso la coincidenza di nuovi linguaggi e di obiettivi comuni, come approdo in un porto sicuro. Che siano anche gli altri a decidere, perché tutti dovranno sentirsi partecipi di questo progetto, che non riguarda solo un luogo, tassello riposizionato in un mosaico di contingenze, più ampio e ancora da definire, in un territorio già proiettato verso realtà globali più avanzate. Ripensare nuovamente lo spazio e il tempo a venire, per una nuova identità, non solo del luogo ma dell’intera collettività, questo è il senso ultimo di un progetto culturale – perché tale può definirsi - che non è una mostra nell’accezione più comune che il termine sottende. 

Gli artisti in mostra sono:
Luca Monaco, Luigi Malice, Ugo D'Ambrosi, Lapo Simeoni, Matteo Tenardi, Jolanda Spagno,Kreszenzia Gehrer, Francesco Scialò, Carmelo Midili, Plutino2, Gerald Bruneau, Cristiano Tassinari, Matteo Sanna, Angela Pellicanò, TechneLab, Matteo Sanna, Ninni Donato, Loredana Guinicelli, Zeroottouno, Giulio Telarico, Claudia Zicari, Marco Benoit Carbone, Lucio Piantino, Annalaura di Luggo, Tommaso Fiscaletti, Seba Kurtis, Nan Goldin, Giorgio Milano, Mikhal Bugalski, Mustafa Sabbagh, Domenico Salnitro. 

La mostra si può visitare tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 18.00 presso Officine Miramare.

A proposito di ENNESIMA-una mostra di sette mostre sull'arte italiana



Di "ENNESIMA-una mostra di sette mostre sull'arte italiana" curata da Vincenzo de Bellis ed allestita fino al prossimo 6 marzo 2016, in Triennale a Milano, vi avevo dato notizia tempo fa (vedi http://lastanzaprivatadellarte.blogspot.it/2015/11/ennesima-una-mostra-di-sette-mostre.html)...
Oggi sono andato a visitarla.
Certo una mostra non facile, che merita attenzione e tempo, ma vi garantisco che merita!
Un percorso di rara e raffinata attenzione, allestita in maniera pregievole con pezzi di assoluta importanza... Un ulteriore tassello che può contribuire ad avvicinare il grande pubblico a quelle espressioni del secondo dopoguerra che ahimè spesso risultano ostiche e incomprensibili. 

Consiglio l'audioguida

giovedì 17 dicembre 2015

Gli auguri di Casa d'Arte San Lorenzo


Arte al Movimento / art in a box

Arte al Movimento / art in a box
 
Movimentocentrale
Via dei Mergulensi, 33, 96100 Siracusa









Martedì 22 dicembre inaugura il primo degli eventi del progetto Arte al Movimento.
 


Art in a Box -- Micro-opere realizzate da artisti e designer siracusani verranno collocate all’interno dei caratteristici cubi di legno di movimentocentrale, continuamente soggette a sostituzioni e spostamenti. Una sorta di mostra permanente, ma mutevole e in continuo movimento.

Artisti:
Saverio Bertrand
Giuseppe Bombaci
Claudio Cavallaro
Emanuele Di Quattro
Massimo Di Rocco
Germana Falco
Giovanni Gallieco
Guido Gaudioso
Paolo Greco
Salvatore Mauro
Sebastiano Mortellaro
Sandra Rizza
SCENAPPARENTE
Aldo Taranto

a cura / Claudio Cavallaro e Salvatore Mauro
progetto grafico / Emanuele Di Quattro e Alfonso Peralta
organizzazione / Chiara Pota

Sgarbi...

in uno scatto con Vittorio del febbraio 2014 a Firenze davanti agli Uffizi...


Ho letto e sentito che Vittorio Sgarbi si trova in ricoverato in terapia intensiva presso l'ospedale di Modena a seguito di un malore accusato nella notte...

I miei migliori auguri al Prof...
Rimettiti presto!

mercoledì 16 dicembre 2015

DONNA uguale e Diversa



DONNA uguale e Diversa
ON ART via B. Franklin - Testaccio, 25 - Roma
18 dicembre - 21 dicembre 2015
 

IN MOSTRA 21 OPERE VIDEO - IN LOOP - DAL TRADIZIONALE ALLO SPERIMENTALE:
VIDEOART, CORTI E DOCU. Per mirare all’avvicinamento del mezzo e della tematica, all’arte e alla cultura.

Un tema promosso
al fine di proporre uno sviluppo nei rapporti fondati sull’uguaglianza tra uomini e donne e sulla diversità come ricchezza.

Protagonisti: Elisabetta Di Sopra; Anna López Luna; Tiziana Rinaldi Giacometti; Chiara Mazzocchi; Marlene Denningmann; Dunia Mauro; Attinia; Fabrizio Dividi; Elena Bellantoni; Ruben Broekhuis; María Linares, Yeonho Jang, Nadja Verena Marcin, Noemi Sjoberg, Regina Kelaita, Kim Engelen, Maria Korporal, Domenico De Ceglia & Serena Porta, Lucilla Campioni, Kasia Nocun, Leonardo Cinieri Lombroso; Lara Pacilio.

PROGRAMMA

VENERDI’ 18, Opening - ore 18
- rassegna di Videoart, Corti e docu Internazionali
- prosegue sino al 21 Dicembre 2015

SABATO 19 EVENTO SPECIALE FUORI PROGRAMMA ore 20
- Posti limitati (Max 30) prenotazione obbligatoria a leo.cini@yahoo.it
Leonardo Cinieri Lombroso presenta il suo Docu/Film Doris e Hong: 2 donne, 2 generazioni, 2 paesi. La geografia è destino, la diversità crea il futuro. Da San Lorenzo a Pechino. Segue incontro con il regista e Doris.

OSPITE D’ECCEZIONE – per tutta la durata del festival - Lara Pacilio, espone ‘Paure Indotte’ e ‘Black and White"
opere olio su legno, ferro e collage nelle quali ritrae la propria visione della condizione umana e sociale del genere femminile.

COMITATO DI SELEZIONE: Anna Maria Angelucci Direttore ON ART, Artista; Lorena Benatti Direttore Artistico FestArte; Giorgio
Montanari Storico dell’arte; Caterina Tomeo Professor of Art & New Media, co-Director of Spring Attitude festival Anna
Allegretti, Architetto e presidente della Associazione Architettura fatta in casa - partner dell'evento; Priscilla Granozio - Art Gallery and Communication manager; Francesca Checchi artista.



*****
Infoline
Lorena Benatti Direttore Artistico 339.3800603
Giorgio Montanari – Coordinamento 327 4684742

ARMONIOSE SUGGESTIONI Fabio Grassi - Remo Lorenzetti in mostra

Due amici, due talenti due artisti!
Di nuovo insieme!

ARMONIOSE SUGGESTIONI
Fabio Grassi - Remo Lorenzetti 
Libreria LA GALLERIA

Via Antonio Pacinotti, 26, 54100 Massa

20 dicembre 2015 - 6 gennaio 2016


martedì 15 dicembre 2015

IL TEMPO DELL’ARTE - Artisti di oggi per i capolavori di ieri



IL TEMPO DELL’ARTE

Artisti di oggi per i capolavori di ieri

Sabato 19 dicembre 2015, la Galleria Estense di Modena organizza, presso il Palazzo dei Musei di Modena, in Largo Porta Sant’Agostino 337, l’iniziativa ILTEMPO DELL’ARTE. Artisti di oggi per i capolavori di ieri, a cura di Nunzia Lanzetta.

L’evento, realizzato in collaborazione con l’Associazione Amici della Galleria Estense, ha una vocazione collettiva e dalla duplice valenza: creare un filo conduttore tra le raccolte della Galleria Estense, del Museo Lapidario e di Palazzo Ducale di Sassuolo e l’arte contemporanea; e, nello stesso tempo, promuovere una campagna di raccolta fondi per il restauro di alcuni tesori della Galleria attraverso il coinvolgimento di artisti modenesi di oggi.

IL TEMPO DELL’ARTE. Artisti di oggi per i capolavori di ieri. Donare un’opera per contribuire al restauro dei tesori della Galleria Estense – questo il titolo completo dell’iniziativa – si compone infatti di due momenti pubblici diversi ma ugualmente importanti: un momento creativo, una sorta di work in progress, da parte di alcuni giovani artisti che si esprimono nelle forme della street art e della graphic art, che daranno vita a lavori che si ispirano chiaramente alle opere della Galleria Estense, reinterpretate in chiave contemporanea e acquisibili in loco; e un momento espositivo, durante il quale sarà possibile ammirare ed acquistare opere realizzate da artisti modenesi affermati, donate alla Galleria Estense.

I fondi così raccolti potranno essere usati per il restauro di alcune opere della Galleria che necessitano di un intervento conservativo.
Il momento creativo – un work in progress che si svolgerà dalle ore 10.00 alle ore 18.00 –avrà luogo negli spazi del Museo Lapidario Estense, dove alcuni giovani artisti legati al mondo della streete graphic artrealizzeranno opere di diretta ispirazione delle raccolte estensi.
Gli artisti coinvolti – Elia Mazzotti Gentili, Alessandro Adragna, Giulia Tondelli, Giacomo Bettega e Islena Neira Lacosta – esporranno anche le opere da loro stessi realizzate il 31 maggio 2014 in occasione dell’evento “Galleria Estense in progress. Aspettando la riapertura”.
Durante il work in progress, il pubblico, intrattenuto da momenti musicali affidati ad AngeloLeadbelly Rossi - potrà ammirare gli artisti al lavoro e acquistarne le opere.
Il momento espositivo –alle ore 16.30 in Galleria Estense–si compone invece della presentazione delle opere e degli artisti modenesi che hanno partecipato all’iniziativa.

Gli artisti che hanno raccolto l’invito e hanno aderito all’iniziativa sono: 
Daniela Alfarano, Davide Benati, Andrea Capucci, Andrea Chiesi, Carlo Cremaschi, Giuliano Della Casa, Stefano Fioresi, Mario Giovanardi, Silvia Guberti, Franco Guerzoni, Fabrizio Loschi, Giovanni Manfredini, Francesca Mazzacurati, Nicoletta Moncalieri, Marino Neri, Sergio Padovani, Wainer Vaccari.

A seguire sarà possibile per il pubblico acquistare le opere. 

“Ci è sembrato importante – così spiega il senso dell’operazione il neo Direttore della Galleria Estense Martina Bagnoli – porre in questa occasione le basi per un primo incontro tra l’arte di oggi e i capolavori del passato, accomunati dall’appartenenza a una comunità e forse per troppo tempo trattati come mondi distinti e non comunicanti. Crediamo che l’amore per la creatività e per la capacità di rappresentare e interrogare il proprio tempo sia tratto comune di chi con l’arte vive e lavora. Per questo pensiamo che preservare e valorizzare un patrimonio della comunità, sottolineando l’evento con intervento di artisti contemporanei e altre iniziative legate all’arte nelle sue forme più attuali, sia un’opportunità importante di conoscenza e confronto”.

La giornata prevede inoltre un momento di riflessione sulle forme d’arte contemporanea: nella Sala dell’Oratorio, al piano terra di Palazzo dei Musei, alle ore 18.00,Pietro Rivasi introduce e modera la conferenza dal titolo “L’importanza di documentare l’arte effimera: graffiti e street art”. Partecipano Franco Vaccari, Carla Barbieri, Claudio Musso, Pierpaolo Ascari.

L’evento si chiuderà in Galleria Estense, dalle ore 21.00, con “Galleria Estense in blues”, un concerto di Angelo Leadbelly Rossi & Cocco Harper, due trai maggiori esponenti italiani della musica blues.

Nella giornata di venerdì 18 dicembre presso il Museo Lapidario Estense saranno esposti i lavori realizzati da Elia Mazzotti Gentili, Alessandro Adragna, Giulia Tondelli, Giacomo Bettega e Islena Neira Lacosta in occasione dell’evento “Galleria Estense in progress. 

Aspettando la riapertura”, il 14 maggio 2014; mentre in Galleria Estense saranno esposte invece le opere donate dagli artisti modenesi per il sostegno al restauro delle opere della Galleria Estense.

Le opere sono consultabili sul sito www.amicidellagalleriaestense.it

lunedì 14 dicembre 2015

CON I PIEDI IN TERRA E LA LUCE TRA LE NUVOLE a cura di Pier Luigi Buglioni

 
 
CON I PIEDI IN TERRA E LA LUCE TRA LE NUVOLE
a cura di Pier Luigi Buglioni
bi-personale di Ciro Casale e Gianmaria Milani
dal 18 dicembre 2015
Ex Studio di Piero Manzoni
via Fiori Chiari 16 - Milano
16'00 - 19'00

domenica 13 dicembre 2015

La carica dei 130 - 2015



Come ogni anno, più o meno di questi tempi, stilo un elenco di nomi, così..., di getto. 
Quelli che, senza rifletterci troppo, mi vengono in mente, convinto che facendo così, la mia memoria mi suggerisce quelli che più mi hanno colpito. 
Non è una classifica. E' solamente una riflessione. 

Trovano spazio in questo filare di nomi giovani e non, affermati o sconusciuti, artisti che tratto e altri che non mi è mai capitato di farlo. 
Ovviamente tutti viventi.

Come già sottolineato negli anni passati, sono assenti i BIG, Cattelan e C.  
Ma loro, non hanno certo bisogno della mia attenzione...

Sicuramente ne ho dimenticati molti...e chiedo venia di questo.
 Ma nonostante le scuse, come sempre è accaduto in passato, alcuni si sentiranno offesi da questa esclusione... pazienza...


  1. Lorenzo Giusto Acquaviva 
  2. Andy
  3. Massimiliano Alioto 
  4. Franco Anselmi
  5. Annalù (Annalu Boeretto)
  6. Daniela Ardiri
  7. Silvia Argiolas
  8. Agostino Arrivabene
  9. Alice Olimpia Attanasio 
  10. Francesco Attolini
  11. Irene Balia
  12. Christian Balzano 
  13. Sara Bandini
  14. Massimo Barlettani
  15. Matteo Basilè
  16. Marco Bellomi
  17. Thomas Berra
  18. Maurizio Biagini
  19. Giuseppe Bombaci
  20. Roberto Braida
  21. Davide Bramante
  22. Simona Bramati
  23. Dario Brevi
  24. Bros
  25. Gabriela Butti 
  26. Saturno Buttò
  27. Sandro Cabrini
  28. Fabio Calvetti
  29. Silvia Camporesi
  30. Carlo Cane 
  31. Linda Carrara
  32. Maurizio Carriero
  33. Ciro Casale
  34. Paolo Cassarà 
  35. Stefania Catastini
  36. Claudio Cavallaro
  37. Sonia Ceccotti
  38. Adele Ceraudo
  39. Paolo Ceribelli
  40. Karina Chechik 
  41. Giuseppe Ciracì 
  42. Roberto Coda Zabetta
  43. Roberta Coni
  44. Samantha Stella - CorpiCrudi 
  45. Cracking Art Group 
  46. Angelo CarazyOne
  47. Vanni Cuoghi
  48. Claudia Dellaclà 
  49. Martine Della Croce
  50. Ilaria Del Monte
  51. Peter Demetz 
  52. Francesco De Molfetta
  53. Valentina De Mathà 
  54. Domenico Di Genni
  55. Ilaria Facci 
  56. Roberto Fanari
  57. Marco Fantini
  58. Tamara Ferioli
  59. Stefano Fioresi
  60. Antonio Fiorini
  61. Giovanni Frangi
  62. Annalisa Fulvi
  63. Davide Genna 
  64. Fabio Gianpietro
  65. Laura Giardino 
  66. Giuliano Giuggioli 
  67. Alfio Giurato
  68. Andrea Gnocchi 
  69. Fedrica Gonnelli 
  70. Svitlana Grebenyuk
  71. Massimo Gurnari
  72. Ali Hassoun 
  73. Fabio Inverni
  74. Gio Lacedra
  75. Erique LaCorbeille 
  76. Susan Layland 
  77. Marco Lodola
  78. Marla Lombardo
  79. Angela Loveday
  80. Paolo Maggis
  81. Eleonora Manca
  82. Francesca Manetta
  83. Marco Manzella
  84. Giovanni Maranghi
  85. Ilaria Margutti
  86. Vedova Mazzei
  87. Chiara Mazzocchi
  88. Marco Mazzoni
  89. Gianfranco Meggiato
  90. Silvia Mei
  91. Valerio Melchiotti 
  92. Gianmaria Milani
  93. Giacomo Montanelli
  94. Francesco Musante 
  95. Ester Negretti
  96. Ugo Nespolo
  97. Matteo Nuti
  98. Armando Orfeo
  99. Ozmo 
  100. Gabriele Erno Palandri
  101. Ciro Palumbo
  102. Max Papeschi
  103. Alessandro Papetti
  104. Fabiano Parisi 
  105. Giovanni Pastorello
  106. Luca Pignatelli
  107. Silvio Porzionato
  108. Davide Puma
  109. Rossella Roli 
  110. Elisa Rossi
  111. Michael Rotondi
  112. Giuliano Sale
  113. Nicola Samorì
  114. Tommaso Santucci
  115. Marcello Scarselli 
  116. Patrizia Emma Scialpi 
  117. Tina Sgrò
  118. Bernardo Siciliano
  119. Emila Sirakova 
  120. Paolo Staccioli
  121. Matteo Tenardi
  122. Pier Toffoletti
  123. Federico Unias (Omer TDK)
  124. Marco Useli
  125. Zsófia Vári 
  126. Enrico Vezzi 
  127. Vitaliano
  128. Angiolo Volpe 
  129. Elisa Zadi 
  130. ... e molti altri: Stefano Tonelli, Carla Bendini, Susy Manzo ect. ect.



Per vedere l'elenco del 2012, clicca qui.
Per quello del 2013, clicca qui 
E per quello del 2014, clicca qui

sabato 12 dicembre 2015

Alla Permanente di Milano: PROGETTO D'IO



Dal 15 al 23 dicembre 2015, il Palazzo della Permanente di Milano, via Filippo Turati n.34, ospiterà presso lo "Spazio Atelier" la mostra PROGETTO D'IO, un'iniziativa nata dalla contaminazione tra Pensiero e Arte. 
23 riflessioni di Alessandro Aleotti, intellettuale del panorama milanese che ha già avuto modo di esporre le sue tavole di scrittura visiva in questa stessa sede nel luglio 2014, sono interpretate da altrettanti artisti contemporanei di generazioni diverse e provenienti da tutta Italia.
Le opere di pittori, fotografi, scultori e performer sono volte ad offrire una forma estetica al superamento dei valori operato dal disincanto e alla suggestione di una via di rivolta.
L'espressione "D'IO" è l'espediente semantico volto alla simbolizzazione individuale di un pensiero e di un sentimento.


Artisti del Progetto: Maurizio Avi, Sofia Battisti, Nicola Bertoglio, Dorothy Bhawl, Riccardo Brugnaro, Alessandro Bulgarini, Mirko Caruso, Giorgio Cecchino, Angelo Checchia, Cristian Cianporcero, Alice Colombo, Costarocosa, Giovanna Fabretti, Stefania Fietta, Alessandro Filardo, Nicola Fornoni, Ursula Huber, Raffaella Martucci, Marta Moretto, Viviana Pennati, Veronique Pozzi, Novella Rosania, Michele Zanni.

VERNISSAGE >  Martedì 15 Dicembre 2015 ore 18:00
Inaugurazione della mostra accompagnata da una performance del duo Costarocosa

                     
Orari:  Dal lunedì al sabato: 10:00 - 13:00 / 14:30 - 18:30
            Domenica: chiuso

INFO