RITENGO CHE SIA DOVERE DI CHIUNQUE E A MAGGIOR RAGIONE DI NOI ITALIANI, FARE DI TUTTO PER PROMUOVERE, SALVAGUARDARE E DIVULGARE L'ARTE IN TUTTE LE SUE ESPRESSIONI.
UNA SOCIETA' DISTRATTA SUI FATTI DELL'ARTE E' UNA SOCIETA' VOTATA ALL'IMPOVERIMENTO... E NOI, DA QUESTO PUNTO DI VISTA, LO SIAMO GIA' ABBASTANZA!






Vota questo blog

Siti

martedì 30 giugno 2015

Gianmaria Milani questa volta a Lugano, alla FIVE GALLERY.

Ecco la comunicazione della prossima mostra collettiva alla quale Gianmaria Milani è stato invitato a partecipare... questa volta a Lugano, alla FIVE GALLERY...






Anche quest’anno Five Gallery aderisce alla giornata dell’OPEN GALLERY che si terrà domenica 5 luglio 2015.

La galleria sarà aperta al pubblico dalle 11.00 alle 17.00 e sarà possibile visitare la mostra in corso di Giorgio Cattani IL VENTO DEI LUOGHI.OMAGGIO A HERMANN HESSE accompagnata dalla novità della video-istallazione di Andrea Sartori RACCONTO PER IMMAGINI, presente tutto il giorno al piano strada della galleria.
Saranno poi presentate nuove proposte realizzate dai giovani talenti Chantal Passarella, Daniela Conte, Debora Fella, GianMaria Milani, Lorenzo Fioranelli, Lucrezia Zaffarano, Maddalena Lorusso, Riccardo Garolla, Simone Masetto Maghe e Valentina Sonzogni, che per l’occasione saranno in vendita al PREZZO PROMOZIONALE di CHF 150.


FIVE  GALLERY
Via Canova 7
6900 Lugano
+4191 922 51 15

lunedì 29 giugno 2015

Al Polo Museale Santo Spirito di Lanciano (CH) espone anche Matteo Tenardi



Sabato 4 luglio 2015, alle ore 19:00, presso il Polo Museale Santo Spirito di Lanciano (CH) inaugurazione della seconda edizione del “FLIC - Festival Lanciano In Contemporanea” e delle sue prime due mostre: “Nulla Accade*” di Matteo Tenardi, artista che con le sue installazioni “fotografa” attimi legati alla realtà umana attraverso uno scenario sul quale vincono le dimensioni spaziali e temporali , e “Infinito Minimo” di Valentina Biasetti (per il Premio "Art In The Dunes" di Vasto), artista che con i suoi lavori permette allo spettatore di proiettarsi all'interno dell'immagine rappresentata fornendo allo stesso sensazioni apparentemente inimmaginabili ma più che mai vicine alla propria vita quotidiana, nelle sale dal 4 al 15 luglio.

La serata sarà accompagnata da degustazioni offerte dalla cantina “San Michele” di Vasto e dal panificio gastronomia “Pazzarie”.

A seguire ospite della serata il gruppo lancianese dei “Joel”, reduce dal successo di Italia’s Got Talent.

sabato 27 giugno 2015

NE PAS COUVRIR 2015 – Festival dell’Arte a Montevarchi… con Leonardo Massi





NE PAS COUVRIR 2015 – Festival dell’Arte
Il festival si terrà presso il Crossodromo di Miravalle a Montevarchi (Ar) dal 3 al 5 luglio

Nina Zilli e i Verdena per la 10/ma edizione di
Ne pas couvrir! Festival dell’Arte

Tre giorni tra concerti, dj set, Arte, specialità enogastronomiche a chilometro zero e innovazione tecnologica.
Saranno i Verdena e Nina Zilli alcuni tra nomi in cartellone per la 10/ma edizione di Ne pas couvrir! Festival dell’Arte, l’appuntamento estivo con la musica e la creatività che si svolgerà dal 3 al 5 luglio presso il Crossodromo di Miravalle a Montevarchi (AR). “Roots to wings", dalle radici alle ali, sarà il tema di quest’anno: tradizione e innovazione che si fonderanno in tre giornate di concerti, dj set, arte, esposizioni, specialità gastronomiche a chilometro zero e la novità di questa edizione, un laboratorio interamente dedicato a tecnologia e innovazione, tra droni, stampanti 3d e video performance. L'evento è organizzato dall’associazione Ne Pas Couvrir, in collaborazione con l'assessorato alla cultura del Comune di Montevarchi (www.nepascouvrirfestival.org).

Accanto alla formazione rock bergamasca dei Verdena e alla poliedrica cantautrice piacentina Nina Zilli, entrambi in esclusiva toscana al festival, saliranno sul palco quattordici tra band e artisti. Si parte venerdì 3 luglio con una serata tutta dedicata alla musica elettronica. A fare gli onori di casa sarà il rapper, cantautore, produttore musicale Dargen D’Amico, artista eclettico che si definisce “cantautorap” per le tematiche personali e intimiste della sua musica. Insieme a lui Q*ing, dj e producer tra i vincitori del bando per artisti emergenti indetto dal festival; gli Apes on Tapes, formazione che spazia dai territori dell’hip hop a quelli della bass music; i siciliani Omosumo, tra acid house e rock psichedelico; Capibara, artista romano tra hip hop e elettro, il producer piacentino Go Dugong, con il suo suono sensuale e psichedelico e Dj Khalab, precursore della contaminazione tra ritmi africani e beat digitali.

Sabato 4 luglio riflettori puntati sui Verdena, una delle band alternative più longeve del panorama italiano, che presenterà in esclusiva toscana il nuovo album “Endkandez Vol.1”, uscito a gennaio. Prima di loro tre giovani realtà emergenti selezionate dal festival: l’inglese Simon Batten, cantautore soul blues con base ad Oxford, la rock band Velodrama e i Neurodeliri, gruppo del Valdarno dall’anima post hardcore con uno stile contaminato da varie e differenti influenze musicali. Si continua con i suoni retrò dei Thegiornalisti e si chiude con Basic Djs, un progetto che parte dalla cultura del clubbing e dalla musica elettronica per ricercare nuovi percorsi stilistici.

Sarà invece Nina Zilli, una delle voci più interessanti del panorama italiano contemporaneo, la star dell’ultima giornata del festival, domenica 5 luglio. Con due dischi di platino e tre d’oro all’attivo e alle spalle tre partecipazioni a Sanremo, capace di spaziare dal soul al blues, dal pop-rock al reggae, in occasione della sua unica data in Toscana Nina presenterà il suo ultimo album “Frasi&fumo” accompagnata dalla Smoke Orchestra.

Novità di questa edizione del festival sarà il NPCLab, uno spazio pensato per far conoscere e vedere in azione i risultati delle più recenti innovazioni tecnologiche. Saranno in esposizione dalle penne 3d alla piattaforma elettronica open-source Arduino, dalle performance digitali alla programmazione di videogiochi, in collaborazione con importanti realtà del settore quali Sandbox, Coderdojo, 103 Digital Studio e Spazio Bounce.

“Il Ne pas couvrir! mette le ali ma non dimentica le sue radici – spiegano gli organizzatori – cresce e cambia, restando fedele al principio che ha ispirato la nascita del festival 10 anni fa, ovvero creare un movimento di idee, persone ed emozioni”.

Come ogni anno torna NPCfood, il mercato enogastronomico che per l’occasione sarà ampliato e rinnovato, dove si potranno gustare piatti della cucina tradizionale toscana rigorosamente a km 0 e con attenzione a tutti i palati, con alternative vegetariane e vegane. Spazio anche all’artigianato con il nepasMARCHE’.


Info: www.nepascouvrirfestival.org | info@nepascouvrirfestival.org | 328 9281081
Ufficio stampa XPRESS COMUNICAZIONE Sara Chiarello 329.9864843; Francesca Corpaci 3392439292

PROGRAMMA COMPLETO DEI CONCERTI

Venerdì 3 luglio ore 20.00
Q*ing
Apes on Tapes
Omosumo
Dargen D’Amico
Capibara
Go Dugong
Dj Khalab

Sabato 4 luglio ore 20.00
Simon Batten
Velodramma
Neurodeliri
Thegiornalisti
Verdena
BASIC DJs

Domenica 5 luglio ore 22.00
Nina Zilli


FUORIFESTIVAL 
L’accesso al festival sarà accompagnato da un'installazione a cura di LEONARDO MASSI alla quale partecipazione le compagnie teatrali DIESIS TEATRANGO e l’ASSOCIAZIONE CULTURALE MASACCIO.


CONCEPT INSTALLAZIONE: "Siamo bestie che giudicano altre bestie con il solo intento di rinnegare i nostri istinti primordiali. Siamo capaci di gesti folli per amore, ma anche di uccidere per brama di potere. Occupiamo gran parte del nostro tempo a produrre scorie al solo scopo di produrne ancora. Ci specializziamo a fare benissimo un mestiere e ci scopriamo ingranaggi di un sistema che necessita soltanto di cretini. Schiavi del pudore e della coscienza sociale, nel segreto delle nostre celle, progettiamo nefandezze e realizziamo opere meravigliose. Ci illudiamo che la devozione possa cambiare il destino della nostra vita e che la scienza possa rispondere a tutte le nostre domande Ci emozioniamo nel vedere lacrime di gioia ed aiutiamo il prossimo senza chiedere niente in cambio. Siamo esseri umani, il nostro mondo è la giungla."

venerdì 26 giugno 2015

Fabio Pietrantonio a Monaco



METROPOLE SHOPPING CENTER MONACO

FABIO PIETRANTONIO
MOSTRA “AGOPUNTURA PER IL PIANETA”
“ACUPUNCTURE FOR THE PLANET”
Dal 29 Giugno al 12 Settembre 2015
From 29th June to 12nd September 2015

“AGOPUNTURA PER IL PIANETA”

La serie di opere dell’Agopuntura per il Pianeta nasce da un intervento performativo di
carattere rituale, che Fabio Pietrantonio realizza nella terra del Capichera ad Arzachena,
in una delle tante “Tombe dei Giganti” che si trovano in Sardegna. I misteriosi resti
megalitici della civiltà nuragica alimentano da sempre leggende e tradizioni popolari; si
crede che particolari campi di energia, che lì sembrano addensarsi, producano effetti
taumaturgici e curativi. In un assolato giorno d’estate, accompagnato dal ritmo
percussivo di una danza tribale e scortato dalla presenza di sette donne, l’artista ha dato
forma a una suggestiva performance sciamanica nella quale ha visualizzato e ripercorso
i flussi di energia del luogo conficcando nel suolo centinaia di “aghi” di bambù, come
per una simbolica, potente agopuntura per il pianeta. Secondo l’artista: “Il bambù è
l'albero che produce più ossigeno di tutti gli altri suoi simili, tanto che le foreste di
bambù sono da sempre ritrovo di grandi maestri buddisti per la meditazione.
Agopuntura per il pianeta consiste nel fare una pressione sulla terra con un bastoncino
di bambù creando un contatto positivo, dando un simbolico beneficio alla terra, un
respiro, curandola come si cura un paziente ammalato. Il nostro pianeta ha bisogno di
cure, e il pensiero positivo influisce su tutte le energie favorendo il fluire delle cose. Il
semplice atto di questa azione scatena una miriade di energie, aprendo dei canali di
trasmissione nella terra. “E’ cosi banale che non sembra possibile” ha raccontato l’artista
parlando della preformance, “ ma è successo, tanto che al quarto stecchino infilzato ha
iniziato a diluviare e, quando ho finito gli stecchini, ha smesso”. Agopuntura per il
pianeta e’ una serie di opere in linea con la produzione di Fabio Pietrantonio, il cui tema
ricorrente è legato all’equilibrio tra energie cosmiche e terrene, generatore di messaggi
di pace e prosperità.
Al tema della prosperità si fa particolare riferimento nella collezione “San Pietro fish”,
attraverso sculture che rappresentano il pesce della moltiplicazione, parabola raccontata
nel Vangelo, come simboli di abbondanza e speranza. La serie delle sculture è
completata dalla collezione di orsi , che rappresentano la famiglia, il toro che trasmette
forza e capacità di ripresa, e la zebra, simbolo di grazia e femminilità. Tutti animali con
forte connotazione simbolica a cui Pietrantonio è fortemente, misticamente legato.

“ACUPUNCTURE FOR THE PLANET”
The series of works "Acupunture for the planet" originates from a ritual-based artistic
performance, produced by Fabio Pietrantonio in the land of Capichera and Arzachena, in
one of the many "Giants' Graves" located in Sardinia. The mysterious megalithic remains
of the Nuragic civilisation have always been the inspiration for legends and folk
traditions; it is believed that certain fields of energy, that would appear to gather there,
produce healing and miraculous effects. On a cloudless summer day, assisted by the
percussive rhythm of a tribal dance and shepherded by the presence of seven women,
the artist gave shape to a fascinating shamanic performance in which he displayed and
traced the energy flows of the place, digging hundreds of bamboo needles into the soil,
representing a symbolic, powerful acupuncture for the planet. According to the artist:
"Bamboo is the tree that produces more oxygen than any other, so much so that bamboo
forests have always been the popular haunt of great Buddhist masters for meditation.
Acupuncture for the planet consists of pressing down into the ground with a bamboo
stick, creating a positive contact, providing a symbolic benefit to the land, a breath, and
curing it as if it were a sick patient. Our planet needs cures, and positive thought
influences all energies, favouring the flow of things. This simple act triggers a myriad of
energies, opening transmission channels in the earth. "It is so trivial that it does not seem
possible", said the artist, speaking of the performance, "but it happened, so that when
the fourth toothpick stuck in the ground it started to rain and, when I finished the
toothpicks, it stopped". Acupuncture for the planet is a series of works in line with Fabio
Pietrantonio's production, the recurring theme of which concerns the equilibrium
between cosmic and terrestrial energies, the generator of messages of peace and
prosperity.
Special reference is made to the theme of prosperity in the "San Pietro fish" collection,
through sculptures representing the multiplication of fish - a parable that is narrated in
the Gospel - as symbols of abundance and hope. The series of sculptures is completed
by the collection of bears, that represent the family, the bull the conveys strength and
resilience and the zebra, a symbol of grace and femininity. All these animals have strong
symbolic connotations, to which Pietrantonio is vigorously and mystically connected.

IL METROPOLE
THE METROPOLE
Tempio dello shopping di lusso, il Centro Commerciale Le Mètropole di Monaco offre
alla sua clientela nazionale ed internazionale una selezione di negozi varia e raffinata in
tema di moda, estetica e benessere, in modo da soddisfare tutte le più grandi
aspettative. Gli spazi di passaggio del Mètropole diventano occasionalmente spazi
espositivi, dedicati agli artisti che vengono selezionati.

Temple of luxury shopping, the Mall of The Metropole Monaco offers to all the national
and international clients, a selection of shops refined and varied in terms of fashion,
beauty and wellness. The spaces of passage becomes occasionally exhibit spaces,
dedicated to the artists selected.

METROPOLE SHOPPING CENTER
17, avenue des Spélugues
98000 MONACO
www.ccmetropole.com
Aperto da lunedì a domenica dalle 10h alle 20h dal 1 giugno al 29 agosto 2015.
Domeniche dal 12 luglio al 23 agosto 2015 incluso dalle 11h alle 19h.

Opening from Monday to Sunday from 10h to 20h, from June 1st to August 29th 2015.
Sundays from July 12nd to August 23rd 2015 from 11h to 19h.

Thomas Hirschhorn 3 “Easycollage” and 6 “Collage-Truth”

Al Man di Nuoro...




Con 3 “Easycollage” and 6 “Collage-Truth”, Thomas Hirschhorn trasforma la “project room” del Museo MAN in un ambiente provocatorio, carico di suggestioni e di contrasti visivi. Il progetto, a cura di Lorenzo Giusti, propone una serie di lavori di grandi dimensioni, più altri di più piccolo formato, realizzati tra il 2012 e il 2015, in cui servizi fotografici di moda convivono con immagini di guerra.

Il senso di straniamento e di repulsione provocato dalla visione dei collage è l’arma con cui Hirschhorn conduce la propria battaglia contro una relazione semplificata con l’immagine e contro la tendenza della fotografia massmediatica a concentrarsi su aspetti parziali della realtà, che proprio la fotografia avrebbe la pretesa di catturare, rimuovendone le sfumature.

L’imposizione alla vista di corpi dilaniati dalla guerra e contestualmente di corpi idealizzati dal marketing pubblicitario, accostamenti apparentemente contrari a ogni logica di senso ed estetica, costituisce una strategia consapevole, orientata all’inversione del processo di assuefazione/ipersensibilizzazione indotto dai media.

I lavori di Thomas Hirschhorn intendono stimolare il pubblico a prendere consapevolezza del proprio bagaglio visivo, a fare i conti con la propria sensibilità, e ad avvertire la necessità di un pensiero critico elaborato rispetto al mondo dei media e, più in generale, rispetto alla realtà geopolitica e alle condizioni sociali della contemporaneità.

Il progetto 3 “Easycollage” and 6 “Collage-Truth” sviluppa il percorso di indagine sul collage come strumento di analisi critica portato avanti da Hirschhorn nel corso degli ultimi anni. Una ricerca a cui l’artista affianca sia lavori site specific, che rispondono a una precisa volontà di analisi critica della società (ambienti realizzati perlopiù con materiali poveri e oggetti d’uso comune), sia operazioni partecipative, che prevedono un coinvolgimento diretto del pubblico, come nel caso dei progetti della serie “Presence and Production”, come “Deleuze Monument” (Avignone, 2000), “Bataille Monument” (Kassel, 2002), “24h Foucault” (Parigi, 2004), “The Bijlmer Spinoza-Festival” (Amsterdam, 2009), “Gramsci Monument” (New York, 2013) e “Flamme éternelle” (Parigi, 2014).

Thomas Hirschhorn (Berna, 1957), si trasferisce a Parigi nel 1983 dopo gli studi alla Schule für Gestaltung di Zurigo. Ha presentato i propri lavori in numerosi musei, gallerie e manifestazioni internazionali, fra cui la Biennale di Venezia (1999 e 2015), Documenta 11 (2002), La 27a Biennale di San Paolo (2006), la 55a edizione del Carnegie International di Pittsburg (2008), il Padiglione Svizzero alla Biennale di Venezia del 2011, La Triennale al Palais de Tokyo di Parigi (2012), la 9a Biennale di Shanghai (2012), la Gladstone Gallery New York (2012), Manifesta 10 a San Pietroburgo (2014). Il suo lavoro più recente, “Flamme éternelle”, parte del progetto “Presence and Production”, è stato presentato nel 2014 al Palais de Tokyo. MIT Press-October Books ha pubblicato una selezione dei suoi scritti critici (Critical Laboratory: The Writings of Thomas Hirschhorn, 2013). Ancora più recente è l’uscita del libro dedicato al “Gramsci Monument” (edito nel 2015 da Dia Foundation e Koenig Books), progetto che l’artista ha sviluppato nel Bronx di New York nel 2013. Numerosi i premi ricevuti: “Preis für Junge Schweizer Kunst” (1999), “Prix Marcel Duchamp” (2000), "Rolandpreis für Kunst im öffentlichen Raum" (2003), “Joseph Beuys-Preis” (2004) and the “Kurt Schwitters-Preis” (2011).


Museo MAN
via S. Satta 27- 08100, Nuoro
tel. +39 0784 25 21 10
orari: 10-13 | 15-19 lunedì chiuso
www.museoman.it

I Taviani cittadini onorari di San Miniato



Ieri a San Miniato si sono svolte le celebrazioni per riconoscere ai fratelli Paolo e Vittorio Taviani la cittadinanza onoraria. 
Nativi della città della Rocca ma da anni residenti a Roma, il Sindaco di San Miniato, Vittorio Gabbanini, ha voluto così rendere immemore l'apparteneza al loro luogo di nascita dei due grandi registi.

Cerimonia in grande "pompa" che ha fatto sì che la sala consigliare del Comune, fosse gramita di pubblico, autorità e semplici cittadini.

Senza ombra di dubbio un onore per la città ed i sanminiatesi avere due concittadini di tale spessore... anche come spesso avviene in questi luoghi, le polemiche non sono mancate e non si sono fatte attendere...
 

La polemica, su Gonews...



L'unica polemica che avrei accettato in questo caso è questa:
"perchè ci avete messo così tanto tempo?, la cittadinanza ai Taviani andava data molto tempo fa!"

Andy's expo | mostra personale | "IN A POP KEY" | Gestalt Gallery | Pietrasanta (LU)

Se sabato 4 luglio vi doveste trovare in Versilia, mollate tutto ed andate a Pietrasanta... c'è l'amico Andy che vi aspetta!

 

SABATO 4 LUGLIO 2015
Andy's expo | mostra personale
presso:
Gestalt Gallery
via Stagio Stagi, 28
Pietrasanta (LU)
vernissage 18.30
fino al 5 agosto

Giants in Milan screening @PAC

Da non perdere!!!



Giants in Milan screening @PAC

PAC Padiglione d'Arte Contemporanea
Via Palestro 14, 20122 Milano
lunedì 29 giugno ore 19'00

Un racconto dinamico attraverso immagini vive e variegate e la testimonianza dei massimi rappresentati del settore dell’arte contemporanea a Milano con un punto di vista internazionale e una costante attenzione tra il passato e il futuro. 
Per la regia di Giacomo Favilla, il film è raccontato da Rossella Farinotti che in prima persona spiega la città e i diversi ruoli di questi protagonisti. il Museo del ‘900. Dai Futuristi all’arte Povera. Palazzo Reale. Sala delle Cariatidi. 
L’Arte pubblica e un Museo istituzionale, il Pac. Le Gallerie d’Italia, il mercato e l’editoria dell’arte. 
Milano città sperimentale per gli artisti. Milano e l’arte sostenuta dalle realtà private come Fondazione Trussardi con Massimiliano Gioni, Hangar Bicocca 
con intervento del direttore Vicente Todoli.

“Dualité”, Laura Leonardi

 “Dualité”, Laura Leonardi



Genere: mostra personale di pittura
Artista: Laura Leonardi
Titolo: “Dualité”
A cura di: Giusy Ragosa
Inaugurazione: venerdì 3 luglio 2015, ore 18
Luogo: Château de Buno, rue de l'Essonne, Le Petit Gironville 91720 Gironville-sur-Essonne (Francia)
Durata: 3 - 5 luglio 2015
Orario: venerdì 18 - 24, sabato 13 – 24, domenica 13 - 18.
Ingresso: 10 € per un giorno, 15 € per due giorni e 20 € per tre giorni
Info evento: Giusy Ragosa giusy.ragosa@gmail.com - 0033 6 49 38 07 02
Info artista: Laura Leonardi lauraleonardi77@libero.it - www.lauraleonardi.com
In collaborazione con: Le Collectif Recidiva et les Dimanches de l’Impro
Come raggiungere il castello: Il Chateau de Buno dista 60 chilometri da Parigi (1h d’auto), a 15 minuti a piedi dalla stazione di Buno Gironville (1h15 da RER D Gare de Lyon). Possibilità di navetta da Parigi.

FRANCIA. All’interno del Festival Château de Buno 2015, Le Collectif Recidiva e les Dimanches de l’Impro presentano una mostra personale di Laura Leonardi dal titolo “Dualité”, curata da Giusy Ragosa. La mostra inaugura venerdì 3 luglio 2015 nella cornice incantevole del Château de Buno a Gironville-sur-Essonne, nella regione dell'Île-de-France.
Allieva dei noti pittori italiani Maurizio Canale e Gianni Stefanon, nel 2001 si diploma all’Accademia di Belle Arti di Firenze e partecipa a varie mostre collettive e tiene personali in tutta la Toscana a partire dal 2000.
La pittura è il medium privilegiato dall’artista, una pittura che Leonardi destreggia e modella. Il medium più antico dell’arte, il più delicato da utilizzare, poiché fu capace di dettare le prime leggi nella costruzione delle strutture dell’arte, diventa qui quello strumento di potenza rivelatrice che animò l’uomo, ancor prima che questo cominciasse a strutturare l’idea di un fare artistico. Laura Leonardi indaga il corpo, partendo da uno studio dal vero, i suoi modelli posano statici per rivelarsi difformi grazie al volere dell’artista.
In Dualité le opere rivelano un continuo gioco di relazioni, un rimando perpetuo a uno sguardo invadente, in cui senza volerlo ci si trova inclusi, come di fronte a La Vergine delle rocce di Leonardo da Vinci, sguardi e gesti ci portano a incrociare tutti i personaggi per finire sul Cristo bambino. Qui il rinvio è perpetuo, alla ricerca di un personaggio da guardare, un personaggio nascosto su cui tutti gli occhi si posano. Questo scambio reciproco e perpetuo è parte integrante del lavoro dell’artista. Si tratta di un duello con uno sconosciuto irriconoscibile con il quale Leonardi ci invita a instaurare un rapporto di dualità.
L'artista vive e lavora nel suo atelier in Toscana, dove da anni svolge un ruolo importante in campo sociale e pedagogico per una più ampia diffusione delle pratiche artistiche.

Dialogo silenzioso: Gianmaria Milani








Per vedere gli altri post della serie DIALOGHI SILENZIOSI... clicca qui

REMINDER 2015 da Offbrera

Anche Gianmaria Milani fra i protagonisti di quest'altro appuntamento imperdibile nella Milano da vivere!!!
REMINDER 2015
Offbrera
Via Rossini 3, 20100 Milano


Offbrera è lieta di invitarvi il 2 luglio alle 18.30, all'inaugurazione della mostra collettiva "Reminder 2015", a cura di Andrea B. Del Guercio, che ricalca il percorso espositivo della stagione primaverile della galleria attraverso le opere di Giuseppe De Siati, Ottavio Mangiarini e Gianmaria Milani. 
I tre artisti, di età e background diversi, si incontrano nello spazio di Via Rossini 3 con un'esposizione che si allargherà, solo per la sera dell'inaugurazione, anche al cortile interno della storica palazzina. Per ricreare il filo rosso che ha legato le esposizioni degli ultimi mesi, la galleria sarà allestita con lavori inediti, accompagnati da alcuni pezzi che riprendono le mostre precedenti.



martedì 23 giugno 2015

Giardino Intimo - Jara Marzulli - Margherita Ragno a cura di Massimo Nardi


 

 “giardino intimo”
Jara Marzulli - Margherita Ragno
a cura di
Massimo Nardi

Pinacoteca Miani-Perotti. Cassano Murge (Ba)
1 luglio - 31 luglio

promosso dall’Associazione No More – Difesa Donna

con il patrocinio del Comune Di Cassano delle Murge


L’associazione No More – Difesa Donna di Cassano delle Murge, è impegnata nella lotta alla violenza di genere che affonda le proprie radici in un modello culturale non ancora superato, che si alimenta e si riconduce a una disparità di ruoli dettati dal genere, a stereotipi anacronistici, di difficile sradicamento.
Il lavoro svolto nei centri di primo ascolto per donne vittime di violenza come il nostro, cosi come nei centri antiviolenza, inevitabilmente porta le operatrici ad interrogarsi su temi come la sessualità, gli stereotipi sessuali che influenzano l’acquisizione dell’identità di genere, la maternità, i pregiudizi che impregnano le relazioni uomo-donna.
Temi su cui lo spettatore sarà inevitabilmente, tras-portato ad interrogarsi attraverso l’esposizione d’arte contemporanea “giardino intimo” curata da Massimo Nardi, promossa dall’Associazione No More – Difesa Donna e patrocinata dal Comune di Cassano delle Murge, che ha come obiettivo la condivisione di tali tematiche.
E lo farà attraverso le due diverse forme di arte “al femminile”, quella di Jara Marzulli e quella di Margherita Ragno. Con la loro espressività, le artiste, infatti, vogliono esprimere il concetto semplice, e allo stesso tempo astratto, della femminilità inteso percorso di costruzione dell’identità femminile.
Importante il contributo del curatore della mostra Massimo Nardi che ha sposato in pieno il progetto e della sociologa e mediatrice familiare dott.ssa Angela Lacitignola, Presidente Sud Est Donne e coordinatrice del Centro Antiviolenza Li.A, con il suo intervento dal titolo “Lui e lei: relazioni del genere” accompagnerà lo spettatore nel meraviglioso viaggio del “giardino intimo”.
Testo critico
Le figure morbide e cadenzate de-scrivono l’interiorità del loro mondo individuale, proponendo con coerenza un racconto cromatico ed elegante in cui forma e colore si accordano felicemente entro tenere atmosfere. La loro arte certosina è frutto di un paziente lavoro, lento e profondo, dove la storia dei fatti e del fare di tale pittura, sapientemente colta, vede protagonisti volti attoniti e non consueti, colti dalla sorpresa d’essere e significare bellezza o orrore di sé. In questo percorso espositivo l’eros diventa motivo di sofferta e, al contempo, religiosa riflessione, di dialettica fra passione e ragione. Tra queste piacevoli immaginazioni, che rasentano il surrealismo, il pathos è motivo ispiratore primordiale, è la diagnosi che pone le artiste impegnate di fronte e dentro alla società, in un linguaggio autentico ed efficace, dove l’approfondimento di certe tecniche è piuttosto riscatto di una mimica e non ricerca d’avanguardia. L’attuale operare delle due artiste è indice di come fare pittura moderna senza ricorrere a mistificazioni di novità fine a se stesse.
Massimo Nardi


Palazzo Marchesale Miani – Perotti
Via Miani Perotti, 15
70020 Cassano delle Murge (Ba)
Periodo mostra: 1 – 31 luglio 2015
Inaugurazione: mercoledì 1 luglio ore 20,00

Orario visita:
dal lunedi al sabato
9.00-12.30 / 18.00-20.30
Chiuso domenica
Ingresso libero

Catalogo: Edi Media Communication
Mediapartner: La Voce del Paese
Il Sito dell’Arte
Sponsored by:
Caffetteria Principe – Cassano delle Murge
Leveling s.r.l. Edilizia Generale di Nico Taccogna
Print Bag s.r.l.
Il Tempio delle Ninfee – Cassano delle Murge

Ufficio Stampa
Amalia Di Lanno ArteCultura
info@amaliadilanno.com
www.amaliadilanno.com

Gianfranco Giannoni al C.R.A. per “La Luna è Azzurra”



Durante “La Luna è Azzurra”, al C.R.A., l'Associazione di cui sono il Presidente, ospiteremo di nuovo l'amico Gianfranco Giannoni con una selezione di dipinti di grandi dimensioni... Vi aspettiamo!!!!




comunicato stampa

 

Giannoni al C.R.A. di San Miniato

SAN MINIATO. Durante la tre giorni (26, 27, 28 giugno) del 32° festival internazionale del teatro di figura “La Luna è Azzurra” il C.R.A. Centro Raccolta Arte (Torre degli Stipendiari - Ex falegnameria, via Conti) presenta una selezione di opere dell’artista sanminiatese Gianfranco Giannoni.

In esposizione una serie di dipinti (tutti di grandi dimensioni) dell’ultimo ciclo pittorico dell’artista che, nei giorni scorsi, ha inaugurato una sua personale “Frullè d’immaginè” a Silly (Belgio) città gemellata con San Miniato, e che in contemporanea espone al centro culturale di Enghien (Belgio), all’interno dei festeggiamenti per il decimo anniversario del patto di amicizia tra i due Comuni.

Giannoni torna ad esporre in questo spazio sanminiatese dopo vent’anni, quando ad organizzare mostre nella Torre degli Stipendiari era l’associazione “La Falegnameria”.

“Dopo l’esperienza belga – dice Giannoni – porto alcune mie opere di questa mostra nella mia San Miniato, quasi a voler creare un fil rouge tra le due città. E quale miglior occasione di presentarle, anche se solo per una sera, durante questa splendida manifestazione che è la Notte nera nella cornice di questa associazione, il C.R.A., che tanto sta facendo per l’arte contemporanea a San Miniato”.

Infatti l’appuntamento rientra nel programma studiato dall’associazione, nel progetto di avvicinamento all’arte, che prevede all’interno di esso mostre, presentazioni di libri, incontri, dibattiti e lezioni sull’arte.

“Poche opere – continua l’artista – ma di forte impatto sia coloristico che iconografico che denunciano, se così vogliamo dire, la vanità a volte esasperata dell’essere umano, in questo caso femminile, e i vari tormenti che questa genera. Il tutto naturalmente guardato da un’ottica surreale, paradossale e con il mio solito sense of humor, per esorcizzare la vita e le sue, troppo spesso, pochezze”.

La mostra sarà visitabile, ad ingresso libero, dal 26 al 28 giugno 2015, dalle 21 alle 24.
Per info e contatti: centroraccoltaarte@libero.it

lunedì 22 giugno 2015

ASPETTANDO MALEVIČ



Lunedì 29 giugno, ore 11:30
ASPETTANDO MALEVIČ
Presentazione in anteprima della mostra

Milano, Palazzo Reale - Sala Conferenze
Piazza Duomo, 14

Il prossimo 29 giugno, alle ore 11:30, la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo presenterà l’importante retrospettiva dedicata al grande artista Kazimir Malevič, che il museo ospiterà in autunno.

Realizzata in coproduzione con Giunti Arte mostre musei e in collaborazione con il Museo di Stato Russo di San Pietroburgo, la mostra – unica nel suo genere per completezza di opere e per l’accurata indagine storico-critica che l’accompagna – accoglierà circa settanta opere dell’artista accanto ad un nutrito corpo di lavori di importanti esponenti russi dei movimenti artistici di inizio Novecento e a documenti e video relativi al periodo storico di riferimento.

Interverranno:

Alberto Barcella
Presidente dell’Associazione per la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo – Onlus

Nadia Ghisalberti
Assessore alla Cultura, Turismo ed Expo del Comune di Bergamo

Giacinto Di Pietrantonio
Direttore della Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo e curatore della mostra

Filippo Zevi
Consigliere Delegato di Giunti Arte mostre musei

www.mostramalevic.it

Un'altra estate a regola d'arte!



Un'altra estate a regola d'arte!

Anche quest'anno Casa d'Arte San Lorenzo si appresta a vivere un'estate ricca di proposte, arte e cultura!

Ben quattro le TemporaryGallery aperte contemporaneamente, da ora a fine stagione, tutte collocate nei luoghi più suggestivi che solo la magnifica Sardegna può offrire. 

Due all'interno del circuito iGVclub: Santa Giusta e Santa Clara; uno nel circuito VeraTour: Suneva GolfClub; uno all'interno di AtaHotel: il Tanka Village.

All'interno di ognuna di queste strutture turistiche, trova collocazione una vera e propria Galleria d'arte, con a disposizione di tutti gli ospiti, una ricca ed importante selezione di opere dei più significativi maestri del '900 affiancate alle proposte più interessanti del contemporaneo. 

Serate di incontro, dibattiti con ospiti del mondo dell'arte, mostre personali e collettive sono gli ingredienti della programmazione che settimanalmente verrà offerta ai frequentatori di queste rinomate località turistiche



Casa d’Arte San Lorenzo, in sinergia con la società Vince Viaggi di Enjoy Travel srl, ha siglato un accordo in esclusiva, per offrire alla propria stimata clientela un punto di riferimento, di elevata professionalità, nell’ambito dei servizi turistici.

Per maggiori informazioni e poter accedere a tutte le agevolazioni offerte, 

"LA SETTIMANA DELL'ARTE 2015" capitolo finale



In fondo che cosa è la SETTIMANA DELL'ARTE?

Sono sette giorni di vacanza, di relax e di buona compagnia.
E' il riassunto di un anno e le anticipazioni di quello che verrà.
E' una festa, è passione, è emozione.
E' allegria, è la scoperta di un nuovo artista, è l'affermazione di un altro.
E' amicizia. E' rispetto.
E' solidarietà.
E' condivisione, è amore per quel che si fa e che si costruisce da vent'anni. 

E' un pensiero per chi non c'è più ed uno per chi ci sarà!

Ma fondamentalmente è giocare con l'arte...
...Giocare con l'arte con i nostri bambini





e con i genitori,
prima all'ombra...





 
e poi in spiaggia








... ma anche con...




.......


In fondo che cosa è la SETTIMANA DELL'ARTE?

è giocare con l'arte, divertirsi pur parlando e facendo cultura, coinvolgere le persone e sorridere... sorridere sempre!


ora l'appuntamento è per il 2016!
anzi no, ad Artimino!



Un sentito grazie a tutti:
agli artisti, ai clienti, agli amici, agli ospiti, allo staff della Galleria, a tutto il personale alberghiero di Santa Giusta e a tutti coloro che ho dimenticato!


by CASA D'ARTE SAN LORENZO

sabato 20 giugno 2015

I primi rumors da Basilea...



Iniziano ad arrivare i primi rumors da Basilea, giunta quest'anno alla 46° edizione...

Dopo l'abbuffata di record alle ultime aste internazionale sembrerebbe che ad Art Basel il popolo dell'arte stia facendo incetta di capolavori... A detta di chi mi sta inviando le info, la crisi (se mai ci fosse stata in questi ambienti), sembrerebbe del tutto dimenticata. 
Collezionisti di tutto il mondo convergono e convergeranno anche tuttto domani nella capitale dell'arte Svizzera per strapparsi letteralmente di mano il lavoro di tizio, l'opera di caio o la fotografia di sempronio...
A breve altri dettagli...

'ExpoArteitaliana' a Villa Bagatti Valsecchi

Tanti gli amici artisti presenti... da visitare



Si è inaugurata ieri, a Villa Bagatti Valsecchi
a Varedo (Monza e Brianza), 'ExpoArteitaliana', uno dei Padiglioni delle Belle Arti per Expo, iniziativa curata dal critico d'arte e ambasciatore delle Belle Arti di Regione Lombardia per Expo Vittorio Sgarbi. 
L'iniziativa durerà sino al 31 ottobre 2015




Il Padiglione, che ha il supporto di GiGroup, trova collocazione in Villa Bagatti Valsecchi a Varedo (Monza e Brianza).
Si aggiunge ai Padiglioni già inaugurati alla Villa Reale di Monza ('La bella principessa di Leonardo') e a Mantova ('Museo della Follia'), che da subito hanno riscosso un grande successo di pubblico, e a quello di Milano, alla Chiesa di San Gottardo in corte ('Giovanni e Nicola Pisano - Le origini della scultura moderna').




In mostra ci sono oltre 400 opere, 250 maestri dell'arte italiana e 150 artisti esordienti nei campi della pittura, scultura, ceramica e fotografia.
Si tratta di una mostra-concorso, che si terrà a cadenza biennale che ha come obiettivi il finanziamento del restauro architettonico e conservativo della Villa, la sua valorizzazione artistica e culturale e la promozione dell'arte contemporanea attraverso le opere di artisti emergenti che avranno la possibilità di esporre le loro opere fino a novembre 2015.

photo by Filippo Lotti